Home | Attività Parlamentare | Ecco il nuovo caso montato dai galoppini del PD: avete votato contro l’abolizione del reato d’immigrazione clandestina!
Giornalettismo immigrazione clandestina
Reato d'immigrazione clandestina e mistificazione del PD

Ecco il nuovo caso montato dai galoppini del PD: avete votato contro l’abolizione del reato d’immigrazione clandestina!

Come al solito la mistificazione la fa da padrone… 

AVETE VOTATO CONTRO L’ABOLIZIONE DEL REATO D’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA ANDANDO CONTRO LA VOLONTÀ’ DEGLI ISCRITTI AL BLOG?
Assolutamente NO! Anzi… abbiamo votato contro l’emendamento Molteni 2.46 che voleva sopprimere l’abrogazione e la trasformazione in illecito amministrativo del reato previsto all’articolo 10-bis del testo unico sull’immigrazione. Addirittura siamo stati gli unici a votare l’emendamento Farina (SEL) 2.61 per abrogarlo del tutto in linea con quanto espresso dalla votazione online! Un voto, 4 provvedimenti! Di fatto anche se non si tratta di Decreto Legge, all’interno di questa proposta di legge sono presenti 4 provvedimenti diversi: delega al Governo in materia di pene detentive non carcerarie, depenalizzazioni, messa alla prova, procedimento nei confronti degli irreperibili. 
 
Facile sparare a zero se il voto è uno con tante cose diverse dentro! Noi non ci stiamo! PERCHE’ AVETE VOTATO CONTRO ALLA 331-927 FERRANTI – COSTA?
1) Non accettiamo la continua delega al Governo in materie così delicate. Il Parlamento è continuamente svuotato dall’azione governativa, ci dobbiamo prendere la responsabilità di farlo lavorare nel pieno delle sue funzioni. Così come non accettiamo che si scelga la via della detenzione domiciliare per pene fino a 3 anni senza sostenere economicamente le forze dell’ordine che si occuperanno dei controlli e non hanno neanche i soldi per la benzina delle volanti! La vergogna dei braccialetti elettronici pagati a peso d’oro la vogliamo ricordare? Allora prima si faccia funzionare il sistema con coperture finanziarie adeguate e a seguire si facciano le norme! Non il contrario!
2) Con l’esclusione della punibilità delle condotte sanzionate con pene detentive non superiori nel massimo a cinque anni quando risulti la particolare tenuità dell’offesa, si dà al giudice una discrezionalità praticamente sconfinata nel decidere se l’offesa è tenue o meno, e quindi escludere la punibilità per pene fino a 5 anni. Inoltre non ci sono paletti stringenti per questa scelta: di fatto il giudice non dovrà sentire né il P.M. né la persona offesa dal reato (come avevamo proposto con l’emendamento 1.4 Ferraresi), unico limite l’abitualità del comportamento, senza pregiudizio per il risarcimento in sede civile ( e ci mancherebbe!), con il rischio di lesione di certezza del diritto e del principio d’eguaglianza.
 
3) Depenalizzazioni che di fatto non alleggeriranno il sovraffollamento carcerario ma toglieranno quel minimo di deterrenza a fatti particolarmente fastidiosi come la falsità in atti privati e altri atti prodromici a reati peggiori. Li aspetteremo alla prova dei fatti sulla pdl “Cannabis”, il vero provvedimento per la soluzione del sovraffollamento carcerario. Ancora una volta il messaggio che lo Stato da ai cittadini è chiaro: fare i furbi conviene!
Ora si possono avere idee e punti di vista diversi sulle questioni, ma per piacere INFORMATEVI e soprattutto NON RACCONTATE BALLE !
Giornalettismo immigrazione clandestina

Reato d’immigrazione clandestina e mistificazione del PD