Home | Rassegna Stampa | Roberto Fico da Lucia Annunziata
Roberto Fico Annunziata

Roberto Fico da Lucia Annunziata

Lucia Annunziata intervista Roberto Fico del MoVimento 5 Stelle durante In 1/2 Ora ma la Rai non perde l’occasione di manipolare per quanto possibile il CONTENUTO dell’intervista. (leggete i commenti sotto il servizio)

Non si contano oggi gli articoli ed i titoli faziosi e distorti della stampa in merito a questa intervista.

Giudicate voi!

Giulia Sarti

La conduttrice gli chiede subito del cambio di strategia di Grillo e Casaleggio che lo ha portato in tv. “E’ stato un incontro rilassato e tranquillo, abbiamo soltanto discusso di comunicazione. Noi non ci siamo mai sottratti alla tv, abbiamo soltanto disertato il talk show. Vogliamo far arrivare ai nostri cittadini le nostre proposte di legge”.

ROBERTO FICO DA LUCIA ANNUNZIATA – “Nessuna regola, solo raccomandazioni di andare solo nei posti in cui si può parlare del programma del MoVimento. Come questa, ad esempio”, sorride Fico. Perché sono state scelte solo dieci persone? “E’ un percorso che estenderemo a tutto il gruppo parlamentare”, risponde ancora. La Annunziata gli chiede di Mastrangeli: “Non rispettava le decisioni del gruppo, se noi gli diciamo di non andare deve stare con noi. Noi dobbiamo costruire”, risponde ancora il deputato napoletano. Lei è un fedelissimo? “E’ sbagliato classificarci così. Con Beppe abbiamo cominciato un progetto, agiamo in condivisione tutti quanti insieme”. Ma allora sono tutte fantasie dei giornalisti i dissensi? “Beppe Grillo è un garante che ha creato un contenitore con delle regole, abbiamo dei paletti. Chi vuole entrare sa che deve rispettarli”.

La Rai sia bene comune come l’acqua!
Roberto Fico vanta un cv di competenza per il ruolo al quale aspira: “Sono laureato in scienza delle comunicazioni, ho seguito un master e la comunicazione è uno dei miei campi di interesse”. In merito alla tv pubblica auspica “un’informazione indipendente” e “giornalisti senza odore di lottizzazione da parte dei partiti”.
A questo proposito propone un superamento della legge Gasparri e della governance della Rai (ad esempio per quanto riguarda il criterio di elezione del cda introducendo anche la rappresentanza dei cittadini).
Fico respinge al mittente il paragone tra Grillo e Berlusconi: “Grillo non prende finanziamento pubblico, la sua è una storia di libertà, la storia di Berlusconi è tutt’altro. Il punto di fondo è che la Rai non sarà mai controllata dal M5s”. Sul presunto editto contro Floris e la Gabanelli quindi rassicura “Grillo esprime una valutazione su un giornalista ma a questo giornalista non capiterà mai niente, non è nelle nostre corde, noi vogliamo solo un’informazione libera“.

Video integrale dell’intervista:

Giudicate voi se questo è giornalismo:
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-3c56b59c-9ecc-45c2-8951-672e8851e7c5.html?refresh_ce#

Fonti dal Web:
http://www.giornalettismo.com/archives/962043/roberto-fico-da-lucia-annunziata/
http://www.investireoggi.it/attualita/movimento-5-stelle-si-alla-tv-intelligente-lintervista-di-lucia-annunziata-a-roberto-fico/#ixzz2V9w8WYob
http://www.ilgiornale.it/news/interni/roberto-fico-grillo-nessun-editto-contro-i-giornalisti-923278.html
http://www.iltempo.it/politica/2013/06/03/i-grillini-vanno-in-tv-ma-senza-confronti-1.1144702

Commenti

  1. francesco casula scrive:

    Scusa Giulia, mi sembra che questo post su Fico da Annunziata lo percepisco male.
    Mi spiego tutta descrizione è perfetta (sintetizza bene le domande e risposte) ma per capire DOVE si è avuta la distorsione occorre andare vedere tutti i link.
    Siccome uno si aspetta la spiegazione delle manipolazioni nel testo sottolineato alla si domanda dove è la distorsione ? Io sono 5stelle e capisco cosa vuoi dire andando ai links ma un lettore ostile al movimento può dire che non hai spiegato nulla (o poco)
    In tutti casi, mi state piacendo sempre più, continuate e buon lavoro

    1. Giulia Sarti scrive:

      Ciao Francesco, il link del servizio in questione è riportato sotto il titolo “Giudicate voi se questo è giornalismo”, spero si capisca a cosa mi riferisco. Voglio far notare che tagliando un intervento si può distorcere il contenuto, cosa che sanno fare benissimo.

  2. David scrive:

    CHRISTIAN ABBONDANZA 2 Maggio 2013
    Roberto FICO ha imparato bene dal corso di GRILLO-CASALEGGIO, mente (sapendo di mentire) con naturalezza (mentre l’Annunziata non lo sbugiarda). Nega che il senatore del M5S (Mastrangeli) sia stato espulso perché andava in Televisione… A smentire FICO c’è lo stesso blog di Grillo, uncio organo ufficiale del M5S, dove si legge: “Tutti i parlamentari del MoVimento 5 Stelle hanno sottoscritto pubblicamente prima delle elezioni il “Codice di comportamento eletti MoVimento 5 Stelle in Parlamento”. La sua sottoscrizione era necessaria per candidarsi, un impegno preso senza costrizione verso il M5S e gli elettori. In caso di sue violazioni il gruppo parlamentare può avviare la procedura di:
    Espulsione dal gruppo parlamentare del M5S:
    I parlamentari del M5S riuniti, senza distinzione tra Camera e Senato, potranno per palesi violazioni del Codice di Comportamento, proporre l’espulsione di un parlamentare del M5S a maggioranza. L’espulsione dovrà essere ratificata da una votazione on line sul portale del M5S tra tutti gli iscritti, anch’essa a maggioranza..
    Il senatore Marino Mastrangeli ha violato numerose volte la regola “Evitare la partecipazione ai talk show televisivi” senza sentire alcun coordinarmento con i gruppi parlamentari e danneggiando così l’immagine del M5S con valutazioni del tutto personali.
    Per questo i gruppi parlamentari riuniti del Movimento 5 Stelle Camera e Senato hanno deliberato a maggioranza, ai sensi del Codice di Comportamento di proporre l’espulsione dal gruppo parlamentare del Senato di Marino Mastrangeli per palese violazione delle norme di comportamento sottoscritte dallo stesso prima della sua candidatura. In particolare Marino Mastrangeli ha ripetutamente partecipato a numerosi talk show, benché l’intero gruppo lo avesse più volte invitato a desistere, anche in contemporanea allo svolgimento dei lavori del gruppo.
    L’espulsione di Mastrangeli va ora ratificata dagli iscritti al portale al 31 dicembre 2012 con documento digitalizzato.
    Gli utenti abilitati possono votare qui durante la giornata di oggi 30 aprile 2013 dalle 11 alle 17.”
    Ora, uno che mente con tanta naturalezza, può essere il Presidente della Commissione di Vigilanza sulla RAI? Io penso di no!

    1. Giulia Sarti scrive:

      Ciao David. La questione Marino Mastrangeli è molto chiara. Prima di andare in TV doveva confrontarsi con il gruppo parlamentare e rispettare la scelta dell’Assemblea, la maggioranza appunto. Lui ha preferito agire per conto suo senza un dibattito e soprattutto un confronto all’interno del gruppo ed è per questo che è stato espulso. Non è l’apparizione televisiva in sé ma solo il fatto di non aver rispettato il regolamento in merito alle scelte di gruppo. Nel nostro Movimento le linee guida sono scelte e decise appunto dall’Assemblea e tutti quanti dobbiamo rispettare la maggioranza. Spero di essere stata esaustiva. Giulia

  3. Antonio Ianniciello scrive:

    Ciao Giulia, mi sbaglio o il montaggio dell’intervista è stata rimossa dal sito della RAI?

    1. Giulia Sarti scrive:

      Controlliamo subito, tanto in rete la troviamo